Fabrizio Casalino

Fabrizio Casalino

Genovese, classe 1970, a vent’anni comincia a fare il cantautore, e nel 1994 viene scelto dal Premio Tenco come migliore artista esordiente fra le nuove leve della canzone d’autore.Mentre si laurea in giurisprudenza, nel ’96, pubblica un cd con la Polygram, intitolato “Come un angelo”, arrivando secondo al “Disco per l’estate ‘97”, con la canzone omonima.

Nel 1998 “Come un angelo” viene tradotta in spagnolo e pubblicata in 11 nazioni dell’area sudamericana. Nello stesso anno Fabrizio Casalino si esibisce in Argentina, Venezuela, Uruguay. Passa sei mesi a Nashville, scrivendo canzoni country accanto ad autori americani.

casalino_spinelli_2La sua canzone “Sapevo il Credo” viene pubblicata sul cd “scaramantedi Cristiano De André.

Nel 1999 rientra in Italia e scopre la propria “vena comica”, aiutato dalla collaborazione artistica con i Cavalli Marci. Nasce così il personaggio di Giginho, il brasiliano sotto l’effetto della “Saudagi” ed il suo portoghese maccheronico. Nel 2004 pubblica “Italia Brasile sola andata un CD che contiene le migliori canzoni di Giginho. Insieme ad Enrique Balbontin e Andrea Ceccon si dà vita a “La notte dei Fufu” e il programma radiofonico E allora no. Partecipa con loro alle trasmissioni radiofoniche “CopaSavona” e “Buona Domenicona”, su Radio 105.

Nel 2004 pubblica “Italia Brasile sola andata” un CD che contiene le migliori canzoni di Giginho.

Porta in scena dal 2005  il suo spettacolo “Quattro Salti in Favela” nei teatri, piazze e locali di tutt’Italia.  Con lo stesso titolo pubblica un libro comico con Mondadori.

La carriera artistica di Fabrizio Casalino è costellata anche di apparizioni televisive in vari spettacoli e programmi: “Ballarò”, “Passaparola”, “Carramba che sorpresa” ,“Buona Domenica”, “Le invasioni barbariche”, “Love bugs”, “Mtv the most”.Ha conquistato il pubblico televisivo dal palco di “Bulldozer” (Rai 2) e di “Colorado Cafè” su Italia Uno, con Diego Abatantuono, di cui è ospite fisso dalla prima edizione fino al 2009.

Casalino_19Nella primavera del 2008 partecipa alla trasmissione “Mai dire martedì”, dove presenta una parodia di Gianluca Grignani e Mario Biondi (svelando i retroscena della vita della star, alle prese con la vita quotidiana) ed il personaggio di Mirko, adolescente “tranzollo”, figlio di papà, aspirante rockstar che ha “voglia di sbattersi zero”.Nell’autunno 2008 interpreta Piermorbido, cantautore vile e negazionista, nello spettacolo di Paola Cortellesi “Non Perdiamoci di Vista” su RAI3.

Dal 2007 fa parte  del gruppo “Le Voci Atroci”, quintetto vocale diretto da Andrea Ceccon, che propone brani surreali a cappella.

Nel 2009 è nel cast di “Mai dire Grande Fratello Show” della Gialappa’s band.

Nel 2011 la sua canzone “finale in dissolvenza” chiude l’album “Due, the unexpected glimpses” di Mario Biondi.

Nel 2012 partecipa a “Glob Spread” a fianco di Enrico Bertolino e Lucia Vasini nelle vesti del ministro Corrado Passera e del cardinale Angelo Bagnasco.

Dal 2013 è tornato a Colorado in veste di monologhista.

Share This Post On