Eros Ramazzotti

Nato il 28 ottobre 1963 a Cinecittà, Roma, “dove è più facile sognare che guardare in faccia la realtà”, Eros trascorre la sua infanzia facendo saltuariamente la comparsa nelle scene di massa di qualche film e sognando una luminosa carriera come cantante, incoraggiato da papà Rodolfo che fa il pittore edile ma ha anche inciso alcune canzoni. Terminate le scuole medie, Ramazzotti chiede di entrare in Conservatorio, ma all’esame d’ammissione non viene ritenuto idoneo… Si iscrive a ragioneria, ma l’esperienza scolastica è breve: ha in mente solo la musica e si ritira già al secondo anno.

01Nel 1981 partecipa al concorso Voci Nuove di Castrocaro: arriva in finale con “Rock 80”, un brano scritto da lui stesso che gli permette di ottenere il suo primo contratto discografico con la giovane etichetta DDD. Eros si trasferisce a Milano e abita proprio nella sede della casa discografica: anche il fratello Marco e mamma Raffaella prendono casa all’ombra della Madonnina. Nel 1982 pubblica il primo singolo intitolato “Ad un amico”, ma è ancora un talento acerbo, così viene affiancato da un musicista esperto: Renato Brioschi.
Dopo solo un anno di lavoro, arriva improvviso il successo: Eros trionfa fra le “giovani proposte” del Festival di Sanremo del 1984 con “Terra promessa”, scritto assieme a Renato Brioschi e Alberto Salerno (co-autore del testo).
“Terra promessa” viene pubblicato in tutta Europa, perché i suoi discografici lavorano fin dal primo disco considerando Ramazzotti un artista internazionale: tutti i suoi dischi verranno tradotti anche in spagnolo. Nulla viene lasciato al caso: perfino la “firma” Eros Ramazzotti è un logo sempre uguale in tutti i suoi album. Nel frattempo muta il team di lavoro: Piero Cassano (fuoriuscito dai Matia Bazar) per le musiche, Adelio Cogliati (ancora oggi il suo paroliere) per i testi e Celso Valli (anche lui ancora oggi al suo fianco) per gli arrangiamenti.
Nel 1985 Eros torna al Festival di Sanremo e si piazza al sesto posto con “Una storia importante”, brano contenuto nell’album d’esordio “Cuori agitati”. Il singolo “Una storia importante” diventa un hit europeo, in particolare in Francia dove vende un milione di copie.
1986: Ramazzotti pubblica il secondo album intitolato “Nuovi eroi” ma soprattutto conquista la vittoria al Festival di Sanremo (terza partecipazione consecutiva) con la canzone “Adesso tu”.
Terzo album in tre anni: nel 1987 esce il cd “In certi momenti”, che contiene il duetto con Patsy Kensit nel brano “La luce buona delle stelle”. Eros è protagonista di una tournèe lunga nove mesi con un’audience sconfinata: oltre un milione di spettatori. Il cd “In certi momenti” ottiene risultati eccezionali: oltre 3 milioni di copie vendute nel mondo. Il numero dei suoi fans cresce ulteriormente con il successivo mini-album “Musica è” (1988), caratterizzato dalla title-track: una suite dai toni lirici magistralmente interpretata da Ramazzotti, che dimostra di aver raggiunto la piena maturità artistica.

Eros_Ramazzotti_3

La consacrazione di Eros Ramazzotti come artista internazionale arriva nell’aprile del 1990 quando 200 giornalisti provenienti da tutto il mondo partecipano alla conferenza stampa di Venezia per la presentazione del suo quinto album: “In ogni senso”, pubblicato in 15 paesi. Il discografico americano Clive Davis, conquistato dal talento di Eros, gli consiglia di tenere un concerto al Radio City Music Hall di New York: Ramazzotti è il primo artista italiano a esibirsi su quel prestigioso palcoscenico, con un lusinghiero sold out.
Segue un’altra lunga tournèe che ha il suo epilogo l’anno seguente con il doppio disco dal vivo “Eros In Concert” del 1991: l’album viene presentato il 4 dicembre a Barcellona con un concerto davanti a 20 mila persone, trasmesso in mondovisione e patrocinato dai governi italiano e spagnolo. L’intero incasso dello show viene devoluto in beneficenza, diviso in parti uguali fra l’Istituto dei Tumori di Milano e quello di Barcellona.
Il biennio 1993/’94 è ricco di soddisfazioni professionali: l’album “Tutte storie” (1993) vende 6 milioni di copie e conquista la vetta delle hit parade di tutta Europa. Il videoclip del primo singolo “Cose della vita” è diretto dal regista di culto newyorkese Spike Lee, che prima non aveva mai girato un video per un artista bianco. Il tour europeo di “Tutte storie” è fra i più importanti della stagione: dopo gli show nel Vecchio Continente, Eros compie un giro di concerti in quindici paesi latino-americani.
Al rientro in Italia, da un’idea di Ramazzotti nasce l’esperienza del “trio” con Pino Daniele e Jovanotti: è l’evento live italiano dell’anno. Nel mese di novembre si esibisce dal vivo agli Mtv Awards di Berlino cantando “Cose della vita”. L’anno d’oro di Eros Ramazzotti, il 1994, si chiude con la firma di un contratto mondiale per la BMG International.
Nell’estate 1995 partecipa al raduno musicale europeo Summer Festival assieme a Rod Stewart, Elton John e Joe Cocker. L’anno seguente, esattamente il 13 maggio 1996, pubblica il cd “Dove c’è musica”, il primo completamente autoprodotto. Realizzato fra l’Italia e la California con la collaborazione di musicisti di fama internazionale, ottiene risultati entusiasmanti: oltre 7 milioni di copie vendute.

eros-ramazzotti2

Alla gratificazione professionale si aggiunge presto un’immensa gioia personale: pochi giorni dopo la fine del tour europeo nasce sua figlia Aurora Sophie (a Sorengo, in Svizzera; il 5 dicembre 1996), avuta da Michelle Hunziker. Eros dimostra subito di essere un padre affettuoso, premuroso e scrupoloso: nei mesi successivi si dedica esclusivamente alla sua bambina. Unica concessione alla musica, il pezzo “That’s All I Need To Know” scritto per Joe Cocker.
Nell’ottobre 1997 esce il greatest hits “Eros”: un disco di raccordo fra la spontaneità delle sue prime canzoni e il pop-rock internazionale del cd “Dove c’è musica”. Il disco è arricchito da due composizioni inedite (“Quanto amore sei” e “Ancora un minuto di sole”) ed è impreziosito dai duetti con Andrea Bocelli nel brano “Musica è” e con Tina Turner in “Cose della vita-Can’t Stop Thinking Of You”.
Nel febbraio 1998 parte una tournèe mondiale di grande successo che lo porta in Sudamerica, negli Stati Uniti e in Europa. In maggio partecipa al “Pavarotti and Friends” (la regia è di Spike Lee, il direttore del video di “Cose della vita”), cantando assieme a Luciano Pavarotti “Se bastasse una canzone” (dall’album “In ogni senso” del 1990). Sempre nel 1998 pubblica il disco dal vivo “Eros Live” che contiene anche due duetti registrati durante il tour mondiale: “Cose della vita-Can’t Stop Thinking Of You” con Tina Turner (guest star a sorpresa dell’affollatissimo concerto allo stadio San Siro di Milano) e “That’s All I Need To Know-Difenderò” con Joe Cocker (cantato nell’esibizione di Monaco di Baviera). Nel marzo del 1999, viene premiato ad Amburgo con l’Echo Award (l’Oscar della musica tedesco) come “miglior artista musicale internazionale”.
Con la sua struttura Radiorama, Ramazzotti si cimenta anche come produttore discografico: all’inizio del 2000 realizza il cd “Come fa bene l’amore” di Gianni Morandi. Nell’ottobre del 2000 Eros pubblica “Stilelibero” (l’ottavo album di canzoni inedite) che conferma la sua caratura artistica mondiale: il cd vanta collaborazioni con produttori di assoluto prestigio come Celso Valli, Claudio Guidetti, Trevor Horn e Rick Nowels. Fra le canzoni c’è un emozionante duetto con Cher nel brano “Più che puoi”.

FOTO1Il 2001 è dedicato al tour internazionale di “Stilelibero”, che vede Ramazzotti esibirsi anche nei paesi dell’est: memorabili i tre concerti sold out al Kremlin Palace di Mosca dal 2 al 4 novembre. Nell’ultima data di questa tournée (il 30 novembre al Forum di Milano) sul palco salgono alcuni suoi amici per ricantare con lui tre duetti della sua carriera: Raf per “Anche tu”, Patsy Kensit per “La luce buona delle stelle” e Antonella Bucci per “Amarti è l’immenso per me”.

Venerdì 30 maggio 2003 esce l’atteso nuovo album “9”, il suo nono disco di canzoni inedite: è la prima volta in oltre vent’anni di carriera che l’artista romano di nascita e milanese d’adozione usa un numero come titolo di un suo cd. E quel numero ritorna spesso nei record stabiliti da questo disco: il primo singolo “Un’emozione per sempre” (uscito venerdì 9 maggio) entra direttamente al numero 1 della classifica di vendita e staziona al primo posto dell’airplay radiofonico per 9 settimane consecutive. Inoltre, Ramazzotti è il primo musicista a tenere 9 concerti (tutti sold out già in prevendita) al Forum di Milano nel corso della stessa tournèe. Il cd “9” (prodotto a quattro mani con Claudio Guidetti e con l’abituale collaborazione di Celso Valli) mantiene il numero 1 della classifica di vendita degli album per 14 settimane consecutive e resiste per 95 settimane consecutive nella Top 100. Anche “9” ottiene lusinghieri risultati di vendita: 3 milioni 500 mila copie in tutto il mondo (1 milione 100 mila in Italia).
Dopo il trionfo al Festivalbar, l’11 ottobre parte da Ancona il tour mondiale: 100 date con oltre 1 milione di spettatori. L’insolita scenografia dello show, una strada dissestata con alle spalle un gigantesco cartellone pubblicitario crollato (lo schermo per le immagini), è disegnata dai registi canadesi Serge Denancourt e Francis Laporte, che hanno collaborato agli spettacoli del Cirque du Soleil.
Il 31 marzo 2004 la parte europea del tour mondiale (56 date con 550 mila spettatori) si chiude con un doppio live al Forum di Milano: la sera si tiene l’ultimo dei 9 trionfali concerti milanesi (4 nel dicembre 2003, 2 nel febbraio 2004 e 3 in marzo), che hanno registrato sempre il tutto esaurito già in prevendita. Nel pomeriggio dello stesso giorno, Ramazzotti è protagonista di un’iniziativa senza precedenti in Italia: un concerto gratuito per 12 mila bambini delle scuole elementari e medie di Milano. In occasione di questa esibizione riceve l’Ambrogino d’Oro dal sindaco Gabriele Albertini.
La tournèe mondiale prosegue in Nord e Sud America e in Asia, poi riapproda in Italia per un tour estivo negli stadi. Il 28 ottobre esce il dvd “Eros Roma Live” diretto dall’inglese Hamish Hamilton, uno dei migliori registi di eventi musicali del mondo (fra le sue collaborazioni ci sono Madonna, U2 e Robbie Williams): il dvd contiene l’intero concerto del 7 luglio all’Olimpico di Roma (tutto esaurito) con la migliore qualità audio possibile (5.1 con sistema DTS), più una lunga lista di extra, fra cui il “dietro le quinte” dello show romano, una sintesi di tutto il tour mondiale e l’esibizione per i bambini delle scuole di Milano.

Eros_Ramazzotti_3
Il 28 ottobre 2005 esce il nuovo album “Calma apparente”, il decimo disco di inediti, prodotto assieme a Claudio Guidetti, che include il magico duetto con Anastacia “I Belong To You”; l’album vende oltre 2 milioni e 500 mila copie, e il successo di “Calma Apparente” prosegue nel 2006 con il relativo tour europeo di oltre 70 concerti. Sempre nel 2006 Eros scrive l’adattamento in italiano di un paio di canzoni del cd “Guapa” del gruppo La Oreja De Van Gogh su invito della cantante Amaia, sua grande fan.
L’album “e²” (Eros al quadrato) – datato 26 ottobre 2007, due giorni prima del suo 44esimo compleanno – è una raccolta di una parte delle canzoni più famose (da “Terra promessa” a “La nostra vita”, passando per “Adesso tu”, “L’Aurora” e “Più bella cosa”), ma può essere considerato anche l’undicesimo disco di inediti di Eros Ramazzotti. Oltre a 14 successi in versione originale rimasterizzata, compresi i duetti con Tina Turner, Cher e Anastacia, il doppio cd “e²” contiene 4 inediti (tra cui il duetto con Ricky Martin “Non siamo soli”) e 17 “nuove versioni”, cioè brani del suo repertorio che, pur appartenendo ai dischi precedenti, rivivono con una diversa anima sonora frutto della rilettura fatta da Eros assieme ad artisti e produttori di fama internazionale: Gian Piero Reverberi, Michele Canova, Dado Moroni, Jon Spencer, John Shanks, Wyclef Jean, Steve Vai, Carlos Santana, Pat Leonard, Rhythm Del Mundo, Take 6, The Chieftains e Amaia dei La Oreja De Van Gogh.
Il greatest hits “e²” è l’album italiano più venduto del 2007 e si aggiudica 10 dischi di platino. Conquista la vetta della classifica in varie nazioni, fra cui Spagna, Germania, Francia, Austria e Svezia, dove si mantiene al numero uno per due mesi. Nella prima settimana di uscita nei negozi, il cd “e²” è il disco più venduto in Europa e il secondo più acquistato nel mondo. Il 14 dicembre 2007 Eros Ramazzotti si esibisce dal vivo a Sibiu, in Romania, nominata capitale europea della cultura. L’invito viene onorato con uno straordinario concerto in piazza di due ore (più del doppio della durata concordata con gli organizzatori) nonostante la temperatura di 13 gradi sottozero. È il secondo anno consecutivo che Ramazzotti partecipa alle celebrazioni della capitale europea della cultura, dopo la performance live del 2006 a Patrasso, in Grecia. Sempre nel 2007 Eros produce l’album dei Tazenda “Vida”, che contiene il duetto “Domo mia” nel quale canta alcune strofe in dialetto sardo, riportando un grande successo.

10

Nello stesso anno è protagonista di un altro importante duetto: “A ti” con Ricardo Arjona incisa nel disco “Quien dijo ayer” dell’artista guatemalteco.
Il sodalizio artistico con i Tazenda prosegue nel 2008: Ramazzotti produce il cd “Madre Terra” della band sarda. Il 4 aprile Eros riceve il prestigioso NIAF Award a Hollywood per aver promosso e valorizzato l’immagine della musica italiana nel mondo. Per comprendere la grande importanza di questo premio, basta scorrere l’albo d’oro degli artisti premiati prima di lui: Frank Sinatra, Liza Minnelli, Andrea Bocelli e Luciano Pavarotti. Il talento e la fama di Eros Ramazzotti superano qualsiasi confine: i pochi concerti di quest’anno lo portano per la prima volta dal vivo in Asia e in Australia. Il 17 ottobre 2008 si esibisce nel bellissimo teatro di Khanty-Mansiysk, una cittadina della Steppa siberiana a 4mila chilometri da Mosca e a 300 chilometri dal più vicino centro abitato. Il primo tour australiano è trionfale: live sold out a Sidney (25 ottobre), Melbourne (29 ottobre) e Perth (1 novembre), con le città letteralmente in tilt il giorno dell’esibizione e la richiesta di una tournèe futura con più date e arene più grandi per soddisfare l’enorme richiesta di biglietti. Il 2008 si chiude con un duetto illustre: Eros canta l’inedito “Solo un volo” assieme a Ornella Vanoni.
È prevista per metà 2009 la pubblicazione di 2 nuovi album di artisti emergenti della scuderia giovani di Ramazzotti. In 25 anni di carriera Eros ha venduto oltre 50 milioni di dischi.

Share This Post On